LEGAMENTO CROCIATO ANTERIORE E POSTERIORE

Patologia – Trattamento

I legamenti crociati sono i principali responsabili della stabilità del ginocchio: essi sono tesi tra il femore e la tibia e decorrono all`interno dell’articolazione.
Prendono il nome di “crociati” perché si incrociano al centro dell’articolazione.

I crociati si rompono essenzialmente per traumi di tipo distorsivo.

Il legamento crociato anteriore è più esposto al rischio di lesione; spesso la rottura di uno di essi si accompagna anche a lacerazione dei collaterali e dei menischi, costituendo così solo un elemento di un danno capsulo-menisco-legamentoso complesso.

Di cosa si tratta:

Legamento Crociato Posteriore  –  LCP
E’ una fondamentale struttura del ginocchio che si occupa della stabilità articolare, agendo in sinergia con il crociato anteriore. I due legamenti formano il cosiddetto “pivot centrale del ginocchio” responsabile del controllo di tutti i movimenti di rotazione e sagittali dello stesso. Il legamento crociato posteriore è la struttura più robusta del ginocchio, con un diametro quasi doppio rispetto al suo omologo anteriore. Il legamento agisce impedendo che la tibia si sposti eccessivamente verso la regione posteriore dell’articolazione e limitando la rotazione esterna articolare. Il legamento si lesiona generalmente in seguito a traumi violenti, durante incidenti stradali o in seguito a traumi meno violenti durante la pratica sportiva.

Legamento crociato anteriore  –  LCA
Ha ruolo fondamentale nella stabilizzazione del ginocchio, pur essendo meno spesso del LCP, impedisce lo scivolamento della tibia in anteriorità rispetto al femore e stabilizza le rotazioni. La sua lesione avviene per traumi distorsivi diretti o indiretti, spesso di tipo sportivo, che causano rotazioni forzate o iper estensioni di ginocchio.

Trattamento pre-operatorio:

Il crociato anteriore, non avendo possibilità di guarigione, non richiede provvedimenti specifici in urgenza: è sufficiente immobilizzare il ginocchio per alcuni giorni fino alla diminuzione del versamento e del dolore. Un programma riabilitativo finalizzato al potenziamento del quadricipite è fondamentale per restituire stabilità al ginocchio, vicariando in parte la funzione del legamento lesionato.

Talvolta l’intervento non è immediatamente necessario e un buon recupero funzionale può essere sufficiente a ripristinare la normale funzionalità del ginocchio, effettuando fisioterapia volta al recupero articolare, riduzione dell’edema e successivo rinforzo muscolare.

Più frequentemente, in special modo per atleti e sportivi, è necessario intervenire chirurgicamente ricostruendo il legamento lesionato; per arrivare al momento chirurgico nelle migliori condizioni è possibile effettuare della fisioterapia preparatoria, presso il nostro centro gratuita, che si svolgerà si in palestra che in piscina e durante la quale si lavorerà sul recupero articolare e sul rinforzo muscolare.

Questa fase preparatoria è molto importante per agevolare l’atto chirurgico ed avere tempi di recupero più veloci, con sintomatologia algica ridotta.

Exis predispone protocolli di trattamento personalizzati per ogni singola esigenza. Il nostro personale è a disposizione per colloqui gratuiti di approfondimento.

Riabilitazione Post-Operatoria:

All’intervento farà seguito una fase importante di fisioterapia per consentire al paziente di tornare alla normale attività sportiva dopo 6 mesi dall’intervento.

Il percorso riabilitativo va iniziato precocemente, già dopo una settimana dall’intervento, concentrandosi sul recupero articolare, riduzione del dolore e dell’edema e corretto schema del passo.
Nelle settimane successive si prosegue il lavoro iniziato integrando i trattamenti con piscina e palestra al fine di ottenere, nel minor tempo possibile e senza stressare né l’articolazione né il neo legamento, il recupero della completa funzionalità, il recupero muscolare e la successiva ripresa sportiva.

In ambienti come quello della piscina riabilitativa e palestra è possibile effettuare sedute di lavoro muscolare, propriocettivo e riatletizzazione, somministrando stimoli complementari e riallenando il paziente in maniera globale e completa.

Exis predispone protocolli di trattamento personalizzati per ogni singola esigenza. Il nostro personale è a disposizione per colloqui gratuiti di approfondimento.

Per maggiori informazioni

EXIS srl unipersonale – Direttore Sanitario Dott. Marco Fravisini | P.IVA 03509100404 | Cookie Policy | Credits