PROTESI DI GINOCCHIO

Patologia – Trattamento

Il ginocchio è un’articolazione di grande complessità e delicatezza.

Qualche cenno di anatomia, il ginocchio è composto da tre ossa e due articolazioni: femore, tibia e rotula che si articolano femore/tibia e femore/rotula.

Per diminuire l’attrito tra le estremità ossee il nostro corpo utilizza la cartilagine, che riveste i capi articolari facendo da “ammortizzatore” e il liquido sinoviale che lubrifica il sistema articolare.

Di cosa si tratta:

La patologia più importante è la gonartrosi, che consiste in un processo di usura dello strato di cartilagine, per via di questa riduzione cartilaginea le superfici ossee vengono a contatto diretto in modo anomalo e questo fa sì che si manifesti dolore al ginocchio (gonalgia) a cui si associano anche gonfiore ed infiammazione.
Il dolore si manifesta soprattutto mentre si cammina, inginocchiandosi e salendo o scendendo le scale. Con il tempo il ginocchio si irrigidisce, la deambulazione diviene difficoltosa, dolorosa e con essa anche tutte le normali attività quotidiane.

Il trattamento conservativo può essere di aiuto per ritardare la fase chirurgica.

Trattamento pre-operatorio:

Il percorso fisioterapico ideale per ritardare l’operazione e riscontrare sin da subito i benefici, è quello svolto in piscina riabilitativa, con acqua a 33°, perché in acqua il carico di gravità si riduce notevolmente e consente effettuare esercizi in sicurezza per mantenere la mobilità della articolazione, l’elasticità e forza muscolare, una deambulazione più corretta e contenere la sintomatologia dolorosa.

In Exis è possibile effettuare sia il percorso riabilitativo di tipo conservativo per ritardare l’operazione, sia il percorso di preparazione all’intervento, essenziale per giungere all’operazione con il tono-trofismo ottimale che garantirà tempi di recupero più veloci ed un percorso di recupero dall’operazione meno doloroso. 

Riabilitazione Post-Operatoria:

Dopo un intervento di protesi al ginocchio, la fisioterapia svolge un ruolo fondamentale.
Il percorso normalmente si svolge nei successivi 4 mesi dall’operazione e richiede un lavoro costante e un terapista o Centro dedicato che segua passo dopo passo gli sviluppi e i miglioramenti, con la continua collaborazione tra le figure che vi collaborano: fisioterapista, osteopata e chinesiologo.
Tale collaborazione ed altissima attenzione al percorso ed alle sensazioni del paziente, è la chiave di sinergia per il percorso ideale, la personalizzazione che permette di differenziare il percorso da persona a persona, per non esagerare coi carichi e consentire il recupero migliore possibile della articolarità al ginocchio operato.

La sinergia è la risorsa: combinazione di trattamenti fisioterapici a lettino in prima fase, per la riduzione del dolore e della fase acuta, successivamente trattamenti osteopatici e lavoro in piscina, in assenza di carico, per poi concludere in palestra con la riatletizzazione e il recupero del gesto motorio completo.

La piscina è l’elemento chiave della riabilitazione, perchè permette un allenamento precoce che accorcia i tempi di recupero, permettendo un lavoro completo di articolarità prima ancora della fase di carico in palestra. Non solo si ottiene un recupero più completo e veloce, ma si limitano i rischi rispetto ai percorsi che non la prevedono.

Exis predispone protocolli di trattamento personalizzati per ogni singola esigenza. Il nostro personale è a disposizione per colloqui gratuiti di approfondimento.

Per maggiori informazioni

EXIS srl unipersonale – Direttore Sanitario Dott. Marco Fravisini | P.IVA 03509100404 | Cookie Policy | Credits